Home

lunedì 25 febbraio 2013

A come Amicizia....


Stasera dopo la solita telefonata con la mia migliore amica, mi sono chiesta che mondo sarebbe quello di Glitter Curvy Girl senza l'amicizia? Se dovessi scegliere un colore per me quale sarebbe?
Direi, senza cadere nella banalità, e senza pensarci tanto che il colore per me sarebbe giallo. Giallo solare. Giallo come qualcosa di luminoso e caldo. Qualcosa che ti riscalda quando hai freddo. Non potrei stare senza qualcuno che mi capisce al volo, che ride con me, che mi sopporta con le mie paranoie o che gioisce quando affronto una nuova sfida.
L'amicizia è stato il primo sentimento vero che ho conosciuto nella mia vita, quando a 6 anni in prima elementare ho conosciuto la mia migliore amica. Amicizia fatti di letterine e abbracci, di disegnini e la stessa passione per il glitter. A distanza di anni (non tantissimi dai...), di percorsi di studio diversi e di vita diverse siamo ancora qui a raccontarci le cose, le letterine si sono trasformate in telefonate chilometriche, e la passione per i glitter è cresciuta pari pari con la nostra età. Altre persone sono entrate nella mia vita come amici, alcuni sono rimasti, altri dopo poco se ne sono andati. Alcune persone sono state autentiche scoperte, altre sono rimaste poco più che conoscenti, con qualcuno ho dovuto "scontrarmi" e smussare tanti lati del mio carattere ma alla fine ce l'abbiamo fatta ad aprirci l'uno all'altro. Perchè, secondo me quando incontri il tuo futuro amico o comunque una persona che entra in empatia con te lo senti subito. Provi una "scossa" che ti fa capire che quella persona potrebbe entrare nella tua vita. Come ho detto non è sempre facile, nessun rapporto umano è facile. C'è sempre lavoro da fare ma il giallo ti entra dentro, nel tuo cuore e i qualche modo ti senti felice e al sicuro.
In questo momento della mia vita ho alcuni amici buoni, una amica da una vita(sì lei, quella dei glitter), un amico a cui voglio un sacco di bene e persone che sto conoscendo un pò per caso e un pò per destino.... e sono sempre più curiosa di conoscerne altre perchè come diceva Madre Teresa di Calcutta: "Trova il tempo di essere Amico, è la strada della felicità".
E per loro,  i miei insostituibili amici Vi voglio un sacco di bene!!!


14 commenti:

  1. Condivido pienamente la tua idea e i tuoi pensieri sul l'amicizia.
    Ho aperto anch'io un blog da poco :)
    Mi sono unita ai tuoi followers, ti andrebbe di ricambiare? Ne sarei felice. Ti aspetto qui http://elefantest89.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento e la tua visita. Certo che passo anche sul tuo blog!!

      Elimina
    2. Ciao GCG, speriamo di essere riuscita ad inviare un commento!Sono giorni che provo a replicare, la mia migliore amica mi dice che sono "anti-tecnologica" e c'ha ragione!!!! E'la prima volta che entro in un blog e che ci scrivo; mi sembra una roba strana ma simpatica. Soprattutto mi piace la possibilità di scrivere in anonimato; mi sento più libera di esprimere i miei pensieri e mi sembra - come dici tu - di tronare indietro tempi in cui si scrivevano le letterine...quanta trepidazione nell'attesa di quella busta, quanta curiosità quando aprivo il foglio ed entravo nel mondo di un'altra persona cara...lontana ma terribilmente vicina nel cuore e nella testa, tanto che, anche io, da trent'anni condivido la mia vita con un'amica speciale...Bene, sono contenta di essere riuscita nell'impresa e ci sentiamo presto, buona giornata!!!

      Elimina
    3. Cara rosablu, c'è sempre una prima volta!! e qui potrai scrivere tutte le volte che vorrai... Se ti piace scrivere potresti aprire un blog anche tu.
      Abbiamo molte cose in comune....... Ciao ciao!!!!!!

      Elimina
    4. benissimo!
      A proposito di passioni....ne sto scoprendo una che non pensavo davvero potesse essere per me...fare a maglia!!! Ho sempre ammirato chi ne era capace; mi sembrava un'arte e chi la praticava un talentuoso dal quale ero lontana mille miglia...Ricordo mia zia che snocciolava fior di maglioni e mi chiedevo: "ma come fa??????"
      Beh, se sono riuscita a rispondere a un blog posso anche riuscire a completare la sciarpa che sto facendo per la mia famosa amica...Ovviamente ho scelto un colore che le piacerà tanto e, ovviamente, la glittererò tutta!!! Peccato che quando sarà pronta sarà quasi estate...ma la mia amica avrà pazienza...e aspetterà di nuovo l'autunno!!!! fare a maglia mi rilassa, mi toglie tanti pensieri e mi fa un po' da "camomilla" dopo una giornata di tensioni sul lavoro...Rispetto all'apertura di un blog, ci penserò su...intanto coltivo la mia esperienza qui che è così simpatica!!!
      Un augurio di buona giornata e...MANDI (sono friulana e da queste parti si dice così per salutare....)

      Elimina
    5. io sono dell'idea che è possibile fare tutto quello che si vuole, basta avere un pizzico di volontà e passione...
      Ognuno di noi ha un talento!!!
      Cara Rosablu grazie dei commenti, ci terrei a sapere cosa ne pensi di questo blog e a presto!!!! :)

      Elimina
  2. carinissimo questo post, anche io credo molto nell'amicizia peccato che sia stata delusa parecchie volte.
    le vere amiche sono poche, molte altre invece sono quelle che si approfittano e basta =|
    se ti va passa a trovarmi:http://viviconvivi.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara ViviConVivi non ho parlato di delusioni nell'amicizia perchè fino ad ora sono stata abbastanza fortunata, ma è certo che purtroppo ci sono e fanno abbastanza male. Grazie per essere passata, ricambio con piacere. Ciao

      Elimina
  3. Bel blog, se ti va passa da me ed iscriviti! :)

    RispondiElimina
  4. ok, grazie dell'invito. contraccambio l'iscrizione

    RispondiElimina
  5. Ciao condivido pienamente ciò che dici sull'amicizia :) io ti seguo, ti va di seguirci a vicenda?mi farebbe molto piacere :) baci
    http://www.beautyandnail.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marta volevo ringraziarti per l'iscrizione... adesso faccio un salto nel tuo blog!!!!

      Elimina
  6. Cara GCG,
    come và? Ti sto scrivendo dal treno. Come ogni mattina prendo questo mezzo infernale per andare al lavoro, a quasi 100 km da casa...ormai da quattro anni...
    Penso spesso a come sarebbe cambiare lavoro...non mi sento pienamente realizzata in quello che faccio per tutta una serie di motivi ed è per questo che ogni tanto mi rabbuio e piango. Ma si sà, di questi tempi, il lavoro che si ha bisogna tenerselo ben stretto...Frase banale, ma questa è la realtà di cui dobbiamo prendere atto. Credo di non essere la sola che pensa a ciò, e che questo sia davvero un sentire comune: tanti colleghi ed amici dicono di provare le stesse cose. E' proprio paradigmatico della generazione attuale di trentenni, che avevano, da ragazzi, dei sogni e che putroppo sono rimasti gli stessi anche da adulti perchè non c'è stato modo di concretizzarli.
    Anche per queste questioni i miei coetanei versano in una condizione di sospensione esistenziale che spesso angoscia e sfiora l'anima con artigli taglienti, e ciò crea solitudine e mette in discussione il senso di sè.
    Il significato personale che dò contribuendo con i miei commenti a questo blog è proprio di condivisione di pensieri profondi, indicibili a parole per timidezza o vergogna o paura di risultare semplicemente noiosi, o di essere etichettati come insoddisfatti e lamentosi. E'uno spazio virtuale per "trovare un po' di spazio libero" dentro di me, anche attraverso gli occhi degli altri che leggono e scrivono.
    ...Sono quasi arrivata a destinazione, un salutone e buona giornata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, è vero che la nostra generazione ha molta difficoltà a rendersi indipendente e a realizzare i propri sogni ma credo anche che ogni generazione ha avuto i suoi bei problemi. Nella nostra purtroppo c'è anche questa crisi che blocca ancora di più le nostre aspirazioni, e in questo paese al momento non vengono riconosciute le proprie qualità. Ma non è il caso di piangere. Un lavoro c'è. Tante persone piangono perchè non ce l'hanno. e non sono molto d'accordo quando dici che i sogni non hanno potuto concretizzarsi. Non è colpa del mondo o della crisi.Siamo noi che decidiamo come vivere, dove vivere. I sogni ci accompagnano tutta la vita. Ricordalo.......

      Elimina

Lasciami un commento, sarò felice di risponderti!